Tour colorato per le vie di Napoli

Napoli, a dispetto di quanto si dica, è terribilmente e infinitamente bella con i suoi panni stesi sul balcone, con l’aroma di caffè e di pizza fritta che impregna i muri, con i suoi castelli che costeggiano la città e  il mare.

Spaccanapoli

San Gregorio Armeno

La prima tappa del nostro tour non può che essere Spaccanapoli, il cuore pulsante della città. E’ una delle tre arterie maggiori della Napoli greco-romana e probabilmente la zona più amata da turisti di tutto il mondo. Via dei Librai, Via dei Tribunali e San Gregorio Armeno  rimangono, infatti, le strade più belle e caratteristiche del centro antico dove arte e artigianato si fondono sapientemente. In queste viette strette e antiche ci si riscoprire innamorati dell‘Italia di Totò, di Pulcinella e, massì, anche dei presepi natalizi e della pizza.

Via Toledo

Proseguendo verso il mare, seguendo la scia di turisti, si arriva alla famosissima Via Toledo. Sicuramente ne avrete sentito parlare; non tanto perchè è la via dello shopping e neppure per via dei quartieri spagnoli che la costeggiano, ma per la metropolitana.

Considerata la più bella d’Europa dal Daily Telegraph di Londra, rientra nel circuito “Stazioni dell’Arte” Metronapoli ed è sicuramente degna di questa fama, un must da non perdere.  Infatti, La stazione della linea M1, firmata dall’architetto catalano Oscar Tousquets Blanca,  al di là della sua funzionalità è un percorso metropolitano artistico che si snoda fino a 50 metri sottoterra tra giochi di luce e varie tonalità dell’azzurro mare.M1 Toledo

In superficie, invece, il monocromatico celeste lascia il posto ai colori vivaci della città. Via Toledo, infatti, è la zona più frequentata di Napoli per via dello shopping e della prossimità del mare e della bellissima piazza del Plebiscito. Prima di proseguire verso il mare consiglio vivamente di fare tappa alla storica pasticceria Pintauro per una sfogliatella calda e sorseggiare caffè da Gambrinus, famoso nel napoletano per aver ospitato tra le sue mura libertine D’Annunzio, Hemingway, Wilde, Totò e De Filippo.

Piazza del Plebiscito

Probabilmente è uno dei simboli della città per via della sua bellezza e ricchezza storica. Ubicata  in prossimità del lungomare, è un’attrazione turistica da non perdere: su di essa si affacciano edifici importanti come la Basilica di San Francesco di Paola e il bellissimo Palazzo Reale, usato in antichità come residenza sia dai vicerè spagnoli sia dai Borboni e oggi sede della pinacoteca della città. A questi due si aggiungono il Palazzo Salerno, opera di Domenico Fontana, e il Palazzo della Prefettura.

DSCN5514

Da non perdere neppure il vicino teatro San Carlo, uno dei più antichi teatri lirici del mondo, la Galleria Umberto I apparentemente simile alla Galleria Vittorio Emanuele di Milano e sicuramente il lungomare con i suoi due incredibili castelli: Castel Nuovo e Castel dell’Ovo.

DSCN5456

Annunci