Il Monferrato, tra colline natura e castelli. Per bike lovers

PomaroE’ diverso tempo che mi riprometto di fare un giro autunnale in bicicletta qui al Nord. Un percorso alternativo e un po’ più difficile della solita Martesana o del trito e ritrito Naviglio Pavese. Così, grazie all’ausilio di Piemonte Ciclabile, abbiamo scelto di fare una week end fuori porta per le colline del Monferrato e di Valenza (AL), tinte di rosse e gialle d’autunno.

Il percorso circolare è di circa 65 km ed è facilmente percorribile anche dai meno esperti. Le strade sono quasi sempre asfaltate e in pianura. In alcuni brevi tratti, però, il percorso diventa collinare e dunque un po’ più impegnativo. Si può partire da Valenza o alternativamente da Casale Monferrato. Se non avete una mountain bike non preoccupatevi, una city bike con marce va benissimo.

Una volta scesi dal treno e aver visitato la città orafa, Valenza, imboccate la poco trafficata strada provinciale per San Salvatore, costeggiando la frazione di  Valparolo. Sulla vostra destra troverete una strada di campagna che porterà al piccolissimo comune di Fosseto, dove è possibile visitare i giardini di Villa Genova. Proseguite poi il vostro percorso passando tra le risaie e gli aironi in direzione del paese Giarole prima e Occimiano poi. Occimiano

In questo piccolo paesino (se capitate nel giorno giusto) è addirittura possibile visitare il Castello di Cavalla.

Seguite poi le indicazioni per il circuito dei mulini, in direzione di Casale Monferrato. Superate il cavalcavia dell’autostrada e imboccate, appena sotto, una stradina sterrata che costeggia il canale Lanza. Proseguite per una manciata di chilometri sullo sterrato fino quasi a Casale, dove potrete osservare distese sterminate di prati, aironi e qualche cascina. Ne vale davvero la pena.In alternativa, scegliete la strada statale che corre parallela al canale. monferrato

Vi consiglio di dedicare un paio di ore alla città, ricca d’arte e cultura. Qui è possibile visitare il castello, la Torre civica dell’XI secolo e il Duomo, uno dei più grandiosi esempi di architettura romanico-gotica del Piemonte. Bellissimi anche i  palazzi di via Mameli, in stile barocco.

Dopo aver sostato a Casale e aver fatto tappa alla Beerhouse, potete scegliere se riprendere il treno o proseguire per Valenza e godervi ancora per un po’ il panorama, la natura e il castello medievale di Pomaro, 

Una volta raggiunta la stazione ferroviaria e superato il sottopasso ferroviario, seguite le indicazioni per Frassineto Po, immerso nella natura tra pioppeti e distese di coltivazioni di mais, meglio conosciuto come “La città del libro“.DSCN0951

Proseguite poi il percorso superando i comuni di Ticineto, Valmacca e Rivalba. Dopo Bozzole, la strada diventa ripida e si inerpica per una breve salita fino al castello di Pomaro. Consigliatissima la visita a questo comune. Proseguite poi, sempre in collina, seguendo le indicazioni per Montevalenza,m anche lei immersa nel verde e giallo dei campi.

Fate un bel respiro, perchè  la prossima meta è Valenza ed è tutta in discesa!

Annunci