cosa fare ad Aosta e dintorni

Ormai lo saprete, non sono una grande amante della montagna e neppure degli sport invernali. Nonostante ciò, ammetto che la Valle d’Aosta con il suo Monte Bianco mi ha piacevolmente sorpresa (per la seconda volta). Ecco qui una paio di dritte per chi ha voglia di passare un paio di giorni nella neve, ma lontano dalle piste da sci.

  • Una visita artistica al Forte di Bard

forte_di_bard_0Situato proprio all’ingresso della Valle d’Aosta, il forte è uno dei simboli più belli e antichi della regione. Uno spettacolo suggestivo, insomma, incorniciato dalle alte montagne valdostane. Il forte di Bard prende forma intorno al VI Secolo dopo Cristo, ma troverà nuova vita nella prima metà dell’800 sulle ceneri di un altro castello, andato distrutto con Napoleone. Il castello è  aperto al pubblico dal 2006 e oggi è centro nevralgico della vita artistica valdostana tant’è che ospita magnifiche mostre fotografiche, ma anche esposizioni di arte antica e moderna.

  •  Una passeggiata medievale al Castello di Fénis

castello di FénisLa Valle d’Aosta è ricca di castelli medievali, alcuni abbarbicati su colline verdi, altri in cima a montagne, altri ancora sorgono semplicemente su distese erbose. Tutti bellissimi, ma il castello di Fenis – forse- è tra i più famosi nella regione per via della sua architettura scenografica. Si trova nell’omonima città di Fénis, nella zona sud-occidentale, alle pendici del monte Saint Julien. Le prime notizie della sua esistenza risalgono al XIII secolo e oggi è considerato come uno dei castelli medievali meglio conservati d’Italia.

 

  • Una vista mozzafiato dallo Skyway Monte Bianco

monte bianco

Di recente apertura questa funivia è davvero un must do. Il punto di arrivo della funicolare è la terrazza panoramica circolare sita a Punta Helbronner, a 3466 metri d’altezza. Dalla terrazza è possibile ammirare un panorama mozzafiato: – oltre al Monte Bianco – il Monte Rosa, il Cervino e il Gran Paradiso. Per chi non lo sapesse, in estate è inoltre possibile raggiungere con l’ovovia un punto ancora più alto, ossia la stazione francese dell’Aiguille du Midi (3.777 metri). Preparatevi a una vista spettacolare, nonostante il prezzo

  • Rilassarsi alle terme di Pré Saint Didier

images

Le ho provate tutte. Da quelle di Milano, a quelle di Bormio. Questa volta, dunque, non potevano mancare neppure quelle di Pré Saint Didier, in Valle d’Aosta. Se vi avanzano un paio d’ore, non lasciatevele scappare.

 

Annunci